Bastabufale: lʼuomo di 128 anni che sostiene di essere Hitler è un fake

Publié le par TGcom24

Bastabufale: lʼuomo di 128 anni che sostiene di essere Hitler è un fake

La notizia è stata inventata da un noto sito satirico americano ed è stata diffusa anche da testate italiane senza aver fatto alcun controllo 

Bastabufale: lʼuomo di 128 anni che sostiene di essere Hitler è un fake

In questi giorni è circolata in Rete una notizia secondo la quale "Adolf Hitler è vivo e vegeto, ha 128 anni e se la spassa in Argentina". Alcune testate italiane l'hanno pubblicata sostenendo di averla ripresa da un giornale stranieri che avrebbe intervistato l'uomo. Si tratta di Herman Guntherberg, uomo di origine tedesca, che vive nella città di Salta a nord-ovest del Paese. In realtà si tratta di una bufala smascherata dal sito Butac, che ha verificato anche la fonte: un sito straniero satirico, diverso da quello citato dai siti italiani.

Stando a quanto raccontato dalle testate italiane che hanno ripreso la notizia, l'uomo avrebbe rivelato di essersi nascosto per anni e di aver trovato rifugio in Argentina nel 1945 grazie ad un passaporto falso procuratogli dalla Gestapo poco prima che finisse la Seconda Guerra Mondiale. Il presunto "Hitler" avrebbe poi deciso di svelare la vera identità dopo che i servizi segreti israeliani, il Mossad, hanno annunciato lo scorso anno di voler abbandonare la caccia ai criminali del Terzo Reich, ritenendoli ormai tutti morti.

Controllando la fonte citata dai siti italiani, però, Butac si è accorto che non vi era alcuna traccia dell'intervista. A pubblicare la notizia, in realtà, è stato un sito satirico americano che, a margine dell'articolo, ha precisato: "Ci assumiamo tutte le responsabilità per la natura satirica degli articoli e per la natura fittizia del loro contenuto. Tutti i personaggi che appaiono negli articoli pubblicati sul nostro sito - anche quelli basati su persone reali - sono del tutto immaginari".

Publié dans Articles de Presse

Pour être informé des derniers articles, inscrivez vous :

Commenter cet article