Un male incurabile porta via l’attrice napoletana Gabriella Di Luzio

Publié le par ROMA

ROMA. Gabriella Di Luzio (nella foto), attrice e cantante nata a Napoli, ma da anni residente a Roma, è scomparsa mercoledì nella Capitale a 65 anni per un male incurabile. 

Un male incurabile porta via l’attrice napoletana Gabriella Di Luzio

Come attrice di teatro i suoi primi passi a Napoli, nelle “cantine dell'avanguardia”, ma poi ha spaziato attraverso vari generi, dal brillante alla prosa classica, dal cabaret alle commedie plautine, e nel campo cinematografico considerava i suoi fiori all' occhiello le partecipazioni a film di Fellini, di Liliana Cavani, Giancarlo Giannini, Tornatore. Amava molto la belle-époque, di cui ha ricercato con passione testi anche inediti, facendone una puntuale ricostruzione storico-sociale, evidenziandone aspetti spesso ignorati.

Prese parte a musical (con Antonella Steni, Fiorenzo Fiorentini), a commedie napoletane (con Mario Scarpetta e altri), alla sceneggiata (rimasti famosi i suoi ruoli di "malafemmina" con Pino Mauro, Mario Merola, Beniamino e Rosalia Maggio), al repertorio plautino (con Tato Russo e con Antonio Casagrande). Di recente Gabriella Di Luzio si era cimentata anche nella scrittura, attraverso un libro sulla sua dolorosa esperienza col cancro e un romanzo uscito nel 2012. Ha partecipato a varie fiction televisive e condotto numerose trasmissioni radiofoniche, spaziando da quelle culturali a quelle canore al varietà. I funerali si terranno il 1° aprile a Roma.

Pour être informé des derniers articles, inscrivez vous :

Commenter cet article