Alfredo Biondi, politico e avvocato, con la coerenza dell’idea liberale

Publié le par IVG di Sandro Chiaramonti

Spontaneo il paragone con i personaggi di oggi: una partita senza storia 

Alfredo Biondi, politico e avvocato, con la coerenza dell’idea liberale

Oggi la giornata è diventata più triste subito al mattino, con la notizia della morte a 92 anni di Alfredo Biondi (leggi qui), resa nota dal deputato di Forza Italia Roberto Cassinelli, che di lui ha messo in risalto ‘onestà, lealtà, correttezza’.

Come politico fu tra l’altro ministro, anche di Grazia e Giustizia, e vicepresidente della Camera. Come avvocato difese anche Gigliola Guerinoni, accusata per l’omicidio di Cesare Brin.

Restò sempre fedele all’idea liberale, perché in politica, ma anche nelle professioni, la coerenza è virtù.

Restò nel Partito Liberale fino al suo scioglimento per passare con Berlusconi, dal quale fu sostanzialmente deluso.

Con le sue idee sempre ben salde in testa, ancora nel 2014 assieme ad Altissimo e Scognamiglio fondo’ ‘I Liberali’. La coerenza, appunto.

Nelle sue ultime conversazioni pubbliche non mancò di far trapelare, magari con la sua proverbiale ironia, profonda delusione per l’attuale classe politica.

Non ce n’è bisogno, caro avvocato Biondi, nel paragone tra Lei e gli uomini politici di oggi non c’è davvero storia.

Pour être informé des derniers articles, inscrivez vous :

Commenter cet article