Cicciolina tra le 50 'femmes de cinéma'

Publié le par Cinecitta News

 Cicciolina tra le 50 'femmes de cinéma'

Véronique Le Bris ha scelto 'la Cicciolina' tra le cinquanta donne più influenti della storia del cinema internazionale nel suo personalissimo dizionario critico intitolato 50 femmes de cinéma (Marest, Parigi). Scrive l’autrice: "Ilona Staller fin da giovane rivendica la propria nudità e il proprio desiderio, lo spiega lei stessa nelle sue Confessioni. A tredici anni viene reclutata dalla maggiore agenzia ungherese di mannequin e posa nuda. Ma Ilona ha ben altri sogni. Collabora con i servizi segreti del suo paese seducendo gli stranieri fino a quando una liaison va a finir male. Da poco divorziata esordisce timidamente nei film erotici col nome di Helena Mercury, poi incontra il fotografo Riccardo Schicchi che cambierà la sua vita […]. Colei che ha elevato la pornografia a forma d’arte e che può vantarsi di aver scombinato le carte della politica italiana, oggi vive ritirata dalla scena pubblica".

Véronique Le Bris, redattrice capo di cine-woman.fr e fondatrice del Prix Alice Guy, affronta appassionatamente, sotto l’ottica del crescente potere femminile nei mass media, altre 49 note registe, produttrici, costumiste, attrici, da Alice Guy a Musidora, Brigitte Bardot, Kathryn Bigelow, Coline Serreau, Marlene Dietrich, Fan Binbing, Jane Campion, Jane Fonda, Edith Head, Eva Perón, Agnés Varda, Euzhan Palcy, Marguerite Duras, Lotte Reininger, Pilar Miró, Mae West. Proprio alla 'scandalosa' Mae West e ad altre fulgide icone proto-femministe della Hollywood anni '30 è dedicata l’appetitosissima retrospettiva della Berlinale 2022.

Publié dans Articles de Presse

Pour être informé des derniers articles, inscrivez vous :
Commenter cet article